About

 
Questo sito è simbolicamente dedicato a Sāvitrī, il poema epico di Sri Aurobindo. Vi si possono trovare analisi approfondite e traduzioni di passi scelti del poema, insieme ad altri scritti e poesie di Sri Aurobindo. Nuove pagine vengono aggiunte di tanto in tanto, senza scadenze.

Savitri.info è curato da Maurizio Mingotti. Nato nel 1953, ha mostrato fin da bambino una naturale inclinazione per le discipline umanistiche, che coltiva e pratica tuttora con passione. Ha approfondito la lingua e la letteratura inglese e si è dedicato allo studio della storia e filosofia dell’oriente, con particolare riferimento all’India e al Tibet. Fin dall’adolescenza ha praticato la meditazione e diverse discipline fisiche orientali.

A partire dalla seconda metà degli anni ’70 ha visitato a più riprese l’Ashram di Sri Aurobindo a Pondicherry, dove in seguito ha risieduto stabilmente per diversi anni. Come molti altri, lì ha trovato le condizioni migliori per avvicinarsi alla pratica dello yoga con un approccio integrale, e per approfondire e apprezzare l’importanza dell’antica cultura spirituale dell’India in chiave moderna ed evolutiva. Nel 1980 ha cominciato a tradurre scritti di Sri Aurobindo per la rivista trimestrale in lingua italiana dell’Ashram, Domani, della quale è stato in seguito responsabile per alcuni anni; in quel periodo ha tradotto e pubblicato in volume alcuni testi di Sri Aurobindo che all’epoca erano meno noti, quali La Isha Upanishad e La manifestazione supermentale sulla terra, o inediti come Le sette tetradi (Sapta Chatusthaya), e parti del Record of Yoga, sotto il titolo Quaderni dello Yoga.

Tornato in Italia, dai primi anni ’90 si è dedicato allo studio e alla pratica dell’insegnamento Dzogchen (considerato l’essenza non-settaria e non-confessionale del buddhismo tibetano) sotto la guida del professor Chögyal Namkhai Norbu, originariamente invitato in Italia da Giuseppe Tucci negli anni ’60 e in seguito docente per circa venticinque anni all’Orientale di Napoli. Per un lungo periodo ha collaborato con l’International Shang Shung Institute for Tibetan Studies, fondato da Chögyal Namkhai Norbu; è stato responsabile dell’archivio digitale dello Shang Shung Institute e ha curato l’edizione di numerosi titoli multimediali pubblicati dall’Istituto. Ha inoltre collaborato e collabora alla traduzione e all’edizione di libri dedicati alla cultura del Tibet e all’insegnamento Dzogchen.

In questi ultimi anni, sia pure fra altri impegni, ha ripreso il lavoro su alcuni testi di Sri Aurobindo; oltre alle traduzioni e agli articoli che si possono trovare su savitri.info ha pubblicato con Astrolabio-Ubaldini nuove traduzioni come L’evoluzione dell’uomo e Il karma e la rinascita, e una nuova versione completamente rivista del commento alla Isha Upanishad. Sempre per Ubaldini ha anche tradotto le Opere di Ramana Maharshi. È raggiungibile direttamente a questo indirizzo di e-mail.

Per comunicazioni o domande legate in modo specifico al sito scrivere qui.